Le regole del poker classico

Regole poker 62104

Questa volta vorrei infrangere questo schema sin troppo collaudato cominciando a parlare dal punto di vista squisitamente cronologico da quella che è la fine per ora, ovvio! Che sensazioni hai provato per quello che è un riconoscimento di certo molto prestigioso? Ciao Stefano, ti dico subito che nella mia vita non avevo mai vinto nulla, in verità non sono poi un grande giocatore quindi va da se Cmq il premio che abbiamo vinto a FullComics mi ha riempito di gioia perché ci ha votato la gente, non solo amici e conoscenti ma anche persone che non conosco e che poi mi han detto di aver letto ed apprezzato il nostro lavoro. Approfitto di questo spazio per ringraziare tutti coloro che ci hanno permesso di portare a casa il premio. A che punto della realizzazione del progetto sei stato coinvolto?

Distribuzione della carte e primo giro di puntate

Si pensa tutt'oggi che il nome del gioco, "Poker", possa derivare da: un gioco francese risalente al , attirato Poque; un antico gioco tedesco, chiamato Pochspiel; una parola indù, "pukka"; un termine criminale; "hocus pocus", terminologia usata in ambito della magia. Fatto sta che nell'antica Persia, poi successivamente in Europa in particolare in Francia venivano giocati giochi simili al Poker contemporaneo, che combinavano elementi di bluffing e strategie tipiche del poker. Avanzando coi tempi ed arrivando nell', si iniziano ad avere i primi riferimenti all'attuale gioco di carte, soprattutto all'interno di un testo "An Exposure of the Arts and Miseries of Gambling" , in cui il gioco di carte viene descritto come gioco della falsificazione che veniva giocato sui battelli del Missisippi. Questa "primordiale" versione del Poker veniva giocata con mazzi di 20 carte, e i giocatori scommettevano agevolmente su chi avesse la combinazione più alta in mano. Il mazzo di carte In Italia e in vari altri Paesi europei si è diffusa l'abitudine di giocare "alla francese", cioè con un mazzo ridotto in destinazione al numero di giocatori.

Scegli la categoria

Capacitа delle carte e punteggi Blinds : piccolo e grand buio I blinds o bui sono parte essenziale del gioco del poker. Infatti si cambiale di puntate obbligatorie, messe in asse da due giocatori il piccolo e il grande buioi quali sono posizionati alla sinistra del bottone del dealerovvero di chi distribuisce le carte. Di solito, in presenza di un croupier, il dealer è un grosso contrassegno bianco posizionato al centro del tavolo da gioco. Distribuzione della carte e primo giro di puntate Una acrobazia posti i blinds, il primo atleta a parlare sarà quello seduto accanto al grande blind. Essendo il antecedente a parlare e il primo a decidere che somma puntare, si troverà a dover aspettare un intero rotazione e le decisioni del resto dei giocatori, prima di sapere quanti avversari avrà. Durante questo primo giro, ogni punterà secondo quanto vorrà, nel 5 card draw in modalità No limit. Nella maggioranza dei casi i rilanci corrispondono al raddoppio della puntata introduttivo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.*